Silvia Cossu
Il confine
Neo Edizioni

Presentato da
Renato Minore

«“Entrambi ci facciamo pagare promettendo un miraggio. Vediamo fumo, lui lo chiama ‘cura’, io ‘senso’.” Lui è un famoso psichiatra che chiede una sua biografia a chi per professione le scrive.  Montando questa storia con grande sapienza costruttiva, Silvia Cossu riesce a muoversi sul “confine” dove l’esperienza dello psichiatra e della sua biografa si specchiano, si mescolano, si confondono tra rivelazioni colpi di scena e lampi onirici.
La quête di una storia biografica in cui si cerca la ragione, il modo, il senso di una cura che si trasforma in una nuova cura, davvero inattesa quanto necessaria grazie all’esperienza che la protagonista si trova a patire nel confronto con la vita dello psichiatra.  Che non è solo un ciarlatano come tanti guaritori d’anima nella grancassa dei media, ma anche l’abile giocoliere di una rappresentazione che, nel suo vuoto, riesce incredibilmente a far centro.
E fa centro Il confine (Neo edizioni), con la lama di una scrittura appassionata e “fredda” nello stesso tempo, tra messe in scena, simulazioni e dissimulazioni di un io davvero mobile, precario, sempre bisognoso di rinforzi e conforti, maschere e travestimenti vari, nella lettura coinvolta e complice che può assicurare.»