Elisabetta Darida
Intolleranze Elementari
L’Erudita

Presentato da
Antonella Sabrina Florio

«Intolleranze Elementari è un indice puntato contro la diversità che disturba. Un affresco graffiante tracciato con una scrittura fluida e incisiva che non fa sconti, perché dietro all’ironia sottile che lo permea, si cela tutta la pesantezza dell’intolleranza, sia essa subita o inflitta. Un velo nero, come lo definisce l’autrice, che per essere trasparente e impalpabile non è certo meno cupo. Incomprensioni, fratture, discriminazioni, rivincite sociali, rifiuto del mondo che cambia, amore, maltrattamenti e riscatto sono il pane quotidiano dei venti personaggi che intrecciano le loro vite intorno a “un palazzo sul fiume che da sotto sembra una nave”. Venti esistenze che si raccontano senza remore in altrettanti monologhi, ciascuno con la propria voce, il proprio stile, il proprio carattere, dando libero sfogo alla rabbia, alle passioni, alle aspirazioni e alle frustrazioni che guidano i loro pensieri e il loro agire.
Non è difficile ritrovarsi in questo coro di voci, in questi sguardi che si incrociano e a volte si scontrano nel microcosmo in cui evolvono: i venti personaggi siamo noi con le nostre idiosincrasie e i nostri rifiuti che avvelenano la vita, nostra e altrui.
Un libro che insieme al sorriso suscita sdegno, commozione, turbamento e sempre invita alla riflessione su tematiche sociali delicate ed importanti, verso le quali non dobbiamo rimanere indifferenti, ma al contrario dar voce con attenzione e sensibilità.
Per questi motivi candido “Intolleranze Elementari” al Premio Strega 2022.»