recensionirecensioni 2021

La congiura del rompighiaccio

Umberto Zuballi
La congiura del rompighiaccio
La Musa Talìa

Proposto da
Paolo Cirillo
«Il libro, edito da un piccolo editore veneziano, La Musa Talìa, dal titolo La congiura del rompighiaccio, scritto da Umberto Zuballi, alto magistrato ora in pensione, affronta, in modo lieve ma non superficiale, varie problematiche contemporanee, proponendo una soluzione, certamente utopistica, ma forse in grado di generare speranza.
Le due protagoniste, amiche di lunga data, una poliziotta italiana e una giornalista tedesca, si trovano a indagare su un presunto complotto internazionale. Nel corso delle indagini incontrano dodici personaggi, tra cui una suora francese e un monaco buddista, un finanziere canadese e un medico delle isole Fiji, una scienziata slovacca e un musicista venezuelano, eccellenze nei loro settori e in grado di cogliere gli scricchiolii dell’attuale sistema economico e sociale.
Le due amiche, animate da spirito d’avventura e curiosità, viaggiano instancabilmente nei quattro angoli del mondo. Al termine del romanzo tutti i personaggi si ritrovano in una località d’Abruzzo per sciogliere i nodi personali e globali. La soluzione giunge inaspettatamente da una donna non invitata. Non manca una storia sentimentale che coinvolge la poliziotta italiana.
Il testo, che si potrebbe definire un thriller, risulta scritto prima dello scoppiare della pandemia, ma coglie alcuni temi divenuti oggi di drammatica attualità.»