immagine per Così in terra

Patrick Fogli

Così in terra

Mondadori

Presentato da
Antonella Cilento

Ci sono molte ragioni per leggere Così in terra di Patrick Fogli, che gode di una scrittura limpidissima e nitida, priva quasi d’ogni retorica, perché anche il genere, che in letteratura può a volte essere considerato una scappatoia, sa affacciarsi sui temi della letteratura universale. Anzi è in grado di rinnovare i luoghi dell’umano, proprio come fanno le fiabe, i miti, i luoghi definiti comuni perché in realtà da tutti, spesso inconsapevolmente, visitati.
Ogni tanto qualcuno ci prova in Italia: Gabriele Salvatore con Il ragazzo invisibile, Gianluca Morozzi con un romanzo di qualche anno fa, Colui che gli dei vogliono distruggere. Questa volta, però, Patrick Fogli ci riesce e capiamo molto bene perché l’eroe di Daniel, fra i tanti, sia il rabbioso Wolverine.
Siamo riflessi in questo romanzo che s’interroga su ogni nostra inquietudine: sul destino, sulla genetica, sulle religioni ma soprattutto sulle scelte che ognuno di noi, al netto di fedi, ideologie e scienze, fa.
Sulla nostra coscienza, su chi siamo davvero.

La Sibilla. Vita di Joyce Lussu
Vita degli anfibi
Autofiction
La vita di chi resta
Un giorno e una donna
Un altro finale per la nostra storia
L’estate di Achille
Dove non mi hai portata
Ragazze perbene
La traversata notturna
Menodramma
Vendeva anacardi

Le votazioni sono chiuse

Puoi consultare il calendario per conoscere le prossime scadenze: se non trovi le indicazioni puoi richiederci direttamente le informazioni che ti servono.