Maddalena Fingerle
Lingua madre
Italo Svevo

Presentato da
Raffaele Manica

«Desidero candidare all’edizione 2022 del Premio Strega Lingua madre di Maddalena Fingerle (Italo Svevo), riflessione sulla forza della lingua e romanzo di grande energia.
La vicenda parte dalla città di nascita dell’autrice, una Bolzano odiata per la retorica del bilinguismo, per diventare figura dell’abbandono di una lingua, l’italiano, nella ricerca di un’altra lingua, incontaminata. Il senso di questa ricerca sembra avverarsi quando il protagonista, Paolo Prescher, arriva in una Berlino che, in una biblioteca, apre all’incontro con Mira, colei che sembra finalmente capace di “pulire le parole”.
Già premiato quando ancora inedito (Premio Calvino 2020), Lingua madre è poi stato variamente premiato come esordio di grande rilievo (Premio Flaiano Under 35; Premio Comisso Under 35; Premio Fondazione Megamar), incontrando una notevole attenzione di critica e un significativo riscontro di pubblico.Merita di essere presentato col rilievo che merita agli Amici della domenica.»