Nicola Longo
Macaone
Rubbettino

Presentato da
Marina Valensise

«Ambientato in Calabria, nella piana di Gioia Tauro, dove la natura lussureggiante sembra vivere in aperta contesta con un’umanità rancorosa e violenta, questo potente romanzo autobiografico è il viaggio nel passato di un poliziotto scrittore. Col coraggio dei forti e la serenità dei visionari, che ammaliavano Federico Fellini e Tonino Guerra, Nicola Longo restituisce infatti le vicende più buie di quella martoriata regione e il loro riverbero sull’intero paese, senza ma deflettere dalla crudeltà nella rappresentazione del reale e dall’ansia di giustizia che fonda la sua testimonianza.»